Passeggiando nel FVG

06/06/21 Monte Flop cima est e ovest

dal parcheggio prima della borgata Bevorchianis, raggiunto per comodo sentiero Cai il bel rifugio Grauzaria dove ad accoglierci il simpaticissimo gestore Gianni con le mani dietro la schiena ci dava il benvenuto, sempre per comodo sentiero abbiamo raggiunto il Foran da la Gjaline. Da questo punto svoltando a destra dapprima per mulattiera del 15/18 e poi per sentiero abbiamo raggiunto la cima est del monte Flop. Dalla cima guardando verso ovest si vedeva il fratello maggiore di qualche decina di metri più alto e la tentazione di salirlo era tanta. Però a nord della cima molta neve marcia copriva il traverso e il ripido canalino per raggiugere la sua sommità. Quindi dovevo trovare e provare una via alternativa per arrivare in cima. Aprendo la cartina e scorrendo col dito il sentiero che avevamo appena percorso, notavo che dal lato sud est una traccia nera si staccava dal sentiero principale e portava in cima. Non dovevamo far altro che ripercorrere a ritroso un tratto del percorso appena fatto, stando attenti a qualche traccia di passaggio alla nostra destra. Non impiegammo molto tempo a capire da dove partiva la traccia, anzi dopo un primo passaggio tra i mughi notammo dei rami tagliati e la traccia si faceva via via più evidente man mano che salivamo. Seguendo ripidamente i vari tagli nei mughi e sfruttando i passaggi migliori, in breve tempo sbucavamo sulla cima ovest del Flop. Le previsioni meteo davano pioggia e ancora pioggia invece non abbiamo preso una goccia in tutto il giorno anche se eravamo ben attrezzati per ogni evenienza… Volutamente non ho scritto il punto preciso dove cercare la traccia di salita, per non rovinare il divertimento della ricerca e dell’avventura a chi vorrà provare a salirci…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *